alessandria
Viaggi

Visitare Alessandria

Tra le diverse Province piemontesi, la città di Alessandria, capoluogo dell’omonima provincia, è situata in un punto strategico e rappresenta un importante snodo ferroviario ed autostradale. Facile arrivarci da qualsiasi direzione si giunga. Alessandria si trova in un triangolo i cui vertici sono Genova, Milano, Torino, il triangolo industriale d’Italia, poli di eccellenza in diversi settori.

Come arrivare ad Alessandria

In Aereo si può arrivare a Genova, forse l’Aeroporto più vicino, ma anche a Torino o all’aeroporto di Milano. Questi aeroporti sono all’incirca equidistanti da Alessandria e da tali scali i treni che collegano i vertici del triangolo ad Alessandria sono tanti.

Arrivando con l’Auto, da Genova ben due autostrade collegano il Capoluogo ligure con Alessandria,  da Torino l’Autostrada Torino-Piacenza passa da Alessandria mentre da Milano si Arriva ad Alessandria con l’Autostrada che collega la città meneghina a Genova.

La valenza Turistica di Alessandria

Alessandria è una città ricca di storia, di cultura ed arte, accontentando tutti con i suoi tanti monumenti, musei e chiese ma anche con interessanti aree verdi dove rilassarsi dopo una faticosa e lunga passeggiata.

Da non sottovalutare i piatti tradizionali che potrai gustare in uno dei tanti ristoranti della città, più di lusso o più popolari, secondo le tue esigenze. Ottimi i vini che vengono prodotti nella sua provincia.

La Visita di Alessandria

Facciamo partire la visita dalla stazione ferroviaria, ritenendo che arrivi in città con il treno oppure, comunque, come ottimo punto di riferimento anche per chi arriva con l’auto.

Certamente per cominciare a conoscere il passato di una città, la visita del Centro Storico è il miglior punto di partenza.

In centro, in Piazza Giovanni XXIII, trovi la Cattedrale.

La Cattedrale di Alessandria

Una Chiesa antichissima, una testimonianza di tempi davvero remoti, una visita al suo interno è interessantissima per i tanti dipinti sacri e l’architettura ma tutti vengono in questa Cattedrale per ammirare 24 statue particolari.

Queste statue ci riportano al 1176, alla battaglia di Legnano in cui la Lega Lombarda sconfisse Federico Barbarossa, infatti furono fatte costruire per festeggiare proprio questo evento.

Ciascuna Statua rappresenta il Santo Protettore di ciascuna delle 24 città che costituivano la Lega Lombarda.

Il prosieguo della visita ad Alessandria

Dopo aver ammirato il Duomo puoi passare ad ammirare anche il municipio, purtroppo solo dall’esterno e il Palazzo Ghillini, entrambi edifici di notevole pregio architettonico.

Se vuoi passare alla Cultura, non mancano certo i Musei: interessante il Museo Civico, il Museo etnografico “c’era una volta”, il Marengo Museum, il Teatro delle Scienze e il Museo del Cappello Borsalino, dedicato a questo cappello rinomato, conosciuto in tutto il mondo e che è stato portato de grandi attori in molte pellicole del passato.

La Cittadella

Oltrepassato il fiume Tanaro che attraversa la città di Alessandria, ti trovi di fronte ad una costruzione imponente, la Cittadella che era un complesso militare la cui costruzione, risalente al XVII secolo, fu voluta da Vittorio Amedeo II di Savoia a scopo difensivo della città.

Purtroppo le visite all’interno della Cittadella non è comunemente possibile, la struttura è aperta alle visite soltanto nelle specifiche occasioni rappresentate dalle Giornate del FAI.

Se ti rimane del tempo per visitare ancora altro, puoi dedicare il tempo alla visita delle tante Chiese del centro città. Visitarle tutte richiederebbe troppo tempo e forse potrebbe anche risultare noioso, per cui ti consigliamo, piuttosto, di visitare quella di Santa Maria in Castello che è la più antica, a parte il Duomo, ovviamente, risalente al XV secolo.

Una valida alternativa alle visite culturali e artistiche è il Family Park, poco distante da Alessandria, nel territorio di Felizzano, un parco con molte attrazioni dedicate a tutte le famiglie, un piacevole modo per impegnare in allegria alcune ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *