Elettrodomestici
Casa

Elettrodomestici: quello che molti non sanno

Quanti hanno la sensazione che gli elettrodomestici di oggi non abbiano la stessa durata di quelli di un tempo? Certamente gli elettrodomestici odierni sono estremamente tecnologici, hanno funzioni, potenzialità enormemente superiori a quelli di un tempo ma c’è uno scotto da pagare.

Gli elettrodomestici di un tempo

Prendiamo ad esempio una lavatrice; quelle di una volta consumavano certamente di più, non esistevano molte attenzioni al consumo energetico, ai danni potenziali per l’ambiente in conseguenza del notevole consumo.

Anche i programmi di lavaggio non erano affinati nell’efficacia come quelli di oggi, il progresso ha migliorato di molto l’efficacia e i consumi sono molto ridotti.

Le lavatrici di un tempo, tuttavia, duravano venti anni e anche più, con pochi problemi o anche senza darne affatto.

Le lavatrici moderne hanno la stessa vita?

Le lavatrici moderne

Oggi le lavatrici ci parlano, decidono automaticamente cicli di lavaggio, tempi e temperatura, riconoscono addirittura il tipo di tessuto in lavaggio, il compito delle massaie è molto alleggerito, facilitato.

Quanto durano, però, le lavatrici moderne? Alcuni anni, forse 10? molte persone hanno riscontrato l’inizio di problemi con la lavatrice ma lo stesso è con tutti gli altri elettrodomestici, addirittura poco dopo la scadenza della garanzia.

Sui grandi elettrodomestici vale ancora la pena di provvedere alla riparazione ma con i piccoli elettrodomestici?

La riparazione

Se si guasta la scheda elettronica che provvede al funzionamento della lavatrice, questa si blocca, non funziona più per niente e una casa senza lavatrice oggi è inimmaginabile. Sostituire una scheda elettronica della lavatrice solo di ricambio ha un costo superiore ai 100 Euro a cui si devono aggiungere la manodopera e il diritto di chiamata.

Il costo di questa riparazione rischia di sfiorare i 200 Euro e molti di fronte a questo decidono di acquistare una nuova lavatrice, impegnando in fondo poco denaro in più.

Cambiare la lavatrice

Il consumismo sfrenato, le leggi del Mercato, fanno sì che la quantità di rifiuti tecnologici sia aumentata enormemente in questi anni e con questo anche l’inquinamento in quanto soprattutto i circuiti elettronici hanno un forte impatto sull’ambiente.

Oltre a questo lo smaltimento dei rifiuti ha anche un peso sui costi della collettività che si riflettono sulla collettività, sul costo dello smaltimento dei rifiuti per le famiglie.

Se il fenomeno fosse limitato alle lavatrici il danno sarebbe ancora limitato ma lo stesso e anche di più avviene con i piccoli elettrodomestici per i quali la riparazione è da scartare a priori.

La Produzione etica

La differenza tra ieri e oggi è nella mentalità produttiva. E’ lecito domandarsi come mai con tutto il progresso che si è realizzato nel tempo come sia possibile che la durata degli elettrodomestici si sia così sensibilmente accorciata mentre sarebbe logico attendersi il contrario.

Il fatto è che un tempo si studiavano prodotti robusti, duraturi mentre oggi si bada al risparmio assoluto per massimizzare i guadagni e la qualità del prodotto finale, benché con prestazioni eccezionali rispetto al passato, complessivamente è peggiorata.

In molti hanno il sospetto, al contrario, che tutto sia costruito appositamente per guastarsi dopo poco tempo, inducendo le persone a gettare via l’elettrodomestico e acquistarne un ‘altro.

Molti esperti parlano di guasti programmati, di sistemi tecnologici studiati ad Hoc per determinare il fine vita degli apparecchi poco dopo il termine della garanzia.

Le stampanti

Un caso eclatante è quello che riguarda le stampanti che in molti hanno a casa,m collegata al PC: in tempi recenti esperti hanno scoperto che al loro interno esistevano dei Chip programmati per inibire il funzionamento della stampante dopo un certo numero di copie stampate, corrispondenti alla media delle copie realizzate in tempi poco superiori a quelli della garanzia.

Il risultato è che dopo la scadenza della garanzia la stampante smette di funzionare e con il costo limitato di una nuova, quella guasta viene gettata via.

Esiste qualcosa di analogo anche per gli altri elettrodomestici? Il sospetto ronza in testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *