Piante grasse in casa
Casa

Piante grasse in casa: ecco perché fanno bene al corpo umano

Molte persone lo ignorano completamente, eppure avere delle piante grasse in casa fa davvero bene alla nostra salute. Infatti, spesso e volentieri si tende a ignorare tutte le potenzialità di queste particolari piante: in molti non sanno che sono in grado di favorire la concentrazione, ma anche l’uso della memoria e, infine, hanno effetti benefici pure come schermo contro alcune patologie invernali.

Il fatto che le piante grasse siano davvero facili da gestire, dal momento che non richiedono grandi e frequenti cure, è un vantaggio non indifferente. Spesso e volentieri, infatti, le piante in casa sono molto complicate da gestire, anche se la tecnologia può dare un’ottima mano in tal senso, visto che diverse app possono essere scaricate proprio con l’intento di darci una mano nel ricordare quando annaffiare le piante di casa. La tecnologia ha rivoluzionato tanti altri ambiti, come il gioco d’azzardo: ad esempio, si può puntare sulle scommesse sportive anche direttamente tramite i propri device mobili, senza dover effettuare alcun download sul proprio pc.

Le piante grasse puliscono l’aria interna alla casa

Pensate che curare le piante sia troppo difficile? In realtà, però, ce ne sono alcune che fanno davvero bene alla salute umana, come ad esempio quelle grasse. Vantaggi che non si erano mai presi in considerazione prima d’ora, eppure è proprio così: le piante grasse danno una mano non solo a stare bene, ma anche a rimanere più concentrati.

Nello specifico, tra le varie piante grasse, sia l’aloe che le “lingue di suocera”, meglio conosciuta come Sansevieria, rappresentano dei veri e propri filtri per l’aria di casa. Infatti, sono delle piante che riescono a garantire un vero e proprio effetto purificante nei confronti delle tossine sparse per casa, come ad esempio per eliminare formaldeide e benzene.

Non è finita qui, dato che rispetto a tutte le altre piante tradizionali, che tramite la fotosintesi diffondono ossigeno di giorno e anidride carbonica di notte, le piante grasse si caratterizzano per diffondere ossigeno in modo non-stop. Proprio per questa ragione, vanno benissimo da collocare anche in camera da letto, dato che sembra favoriscano pure il riposo notturno.

I cactus e l’effetto su concentrazione e memoria

Benefici per quanto riguarda la purificazione dell’aria, ma non solo. Infatti, le piante grasse sono ben note anche per un altro aspetto positivo. Ovvero, per rendere più semplice la concentrazione. Ecco spiegata la ragione per cui, se davvero apprezzate i cactus, nulla vi vieta di collocarne uno direttamente sopra la vostra scrivania.

Quindi, con una pianta grassa al proprio fianco, saranno dolori per chi si avvicinerà, ma a parte gli scherzi i cactus riescono a dare una bella mano pure alla memoria. Infatti, una ricerca che è stata portata a termine da parte dell’Università del Michigan, ha dimostrato come le piante grasse sono in grado di rendere più efficace la memoria umana.

E sembra che le proprietà benefiche di queste piante non sono siano mica finite qui. Collocate in casa, un altro vantaggio di tali piante è quello di riuscire a favorire il raggiungimento di un ottimo equilibrio per quanto riguarda il livello di umidità all’interno del proprio ambiente domestico. Durante la stagione invernale, quindi, le piante grasse possono dare una mano a contrastare e a tenere lontane delle malattie fastidiose, come la tosse e il raffreddore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *